Home
testata sito
   Il progetto Biblioteca Documentazione
   Il CIBID
   Presentazione
   Lo statuto del CIBID
   I progetti di ricerca
  Partner & Sponsor
   CIBID
   MIUR
   ICCU
   BDI
   ADI
   BIDS
  Servizi
   FAQ
   Contatti
 
 

Collezioni speciali: Epistolario di Giacomo Puccini

a cura di Gabriella Biagi Ravenni


   Il Progetto epistolario persegue lo scopo di rendere accessibili alla ricerca tutte le lettere note di Puccini, memorizzandole nella forma più autentica possibile in un archivio digitale, e di realizzare parallelamente edizioni cartacee.

   Il progetto, avviato da singoli membri del Consiglio direttivo e del Comitato Scientifico del Centro studi GIACOMO PUCCINI già da prima della nascita del Centro medesimo, è entrato nella fase di realizzazione grazie a importanti collaborazioni: nel 1998 è stata stipulata una convenzione con il CIBIT (Centro interuniversitario biblioteca italiana telematica) e con l’Istituto di linguistica computazionale (CNR, Pisa), grazie alla quale il Centro studi è entrato a far parte di un progetto volto a produrre e diffondere testi in formato elettronico a fini scientifici e di ricerca.

   Annotando i testi delle lettere (acquisite da pubblicazioni precedenti o, in molti casi, dagli autografi), secondo il linguaggio XML (Extensible Markup Language), su cui si basa lo schema di codifica della TEI (Text Encoding Initiative), l’intero corpus dell’epistolario pucciniano punta a diventare un unico database, interrogabile da molteplici punti di vista: dai più ovvi (datazione topica e cronica, presente o desunta, quindi proposta; destinatario; nomi di persone, enti/istituzioni, luoghi, opere letterarie, composizioni musicali citate o a cui si allude) ai più complessi (presenza combinata di più dati, espressioni tipiche e così via).

Il gruppo di lavoro sull’epistolario, coordinato da Gabriella Biagi Ravenni (Università di Pisa), è composto da Giulio Battelli (Istituto musicale «Luigi Boccherini», Lucca), Michele Girardi (Università di Pavia), Arthur Groos (Cornell University), Jürgen Maehder (Freie Universität Berlin), Peter Ross (Bern) e Dieter Schickling (Stuttgart).

Vai alle pagine del progetto

 

Il progetto
- Biblioteca - Documentazione

© Biblioteca Italiana - Ultimo aggiornamento: 26/04/2010